sabato 2 novembre 2013

CiaoNovembre.

"Niente più vino."
L'avevo giurato prima di aprire una nuova bottiglia e riempire il bicchiere.
Seduta, con le gambe incrociate, i calzini ai piedi e i capelli corti  che non si prestano a comodi chignon.
L'autunno mi è piombato addosso tutto d'un tratto. Col buio delle 17.30 e la mia stanza che non vede quasi mai il sole.
Gli allenamenti saltuari e Dio solo sa in che guaio mi sono andata a mettere!
Ci vorrebbero le castagne. Calde, profumate. Un film romantico, ma non troppo che non reggo più di due minuti di smancerie. La mia migliore amica che mi tiene la mano e che mi dice che adesso non significa che sarà così per sempre. Piccole cose insomma, che a volte a furia di correre per stare al passo col tempo dimentichiamo la genuinità dei piccoli gesti.
Il trenino alle 8.00 del mattino, che lui mi tira giù dal letto perché la casella e-mail porta belle notizie!
I litigi delle 23:00 davanti alla tv perché nessuna vuole scendere a comprare i cornetti. E chiamare Massimo pregandolo di portarceli a casa.
Le colazioni insieme, anche quelle virtuali, che non c'è buongiorno senza una tazza di caffè, e se condivisa sarà sicuramente un Buon giorno.
I "ci vediamo dopo pranzo" iniziati all'età di quattro anni che sono diventati "ci vediamo una volta al mese", e sono così intensi e così carichi di amore che riusciamo quasi a farceli bastare.
I consigli della nonna.
Le coperte, il Suo divano e un film d'azione, dopo aver litigato perché a me quei film fanno schifo ma poi mi arrabbio se non riesco a guardare il finale.
I caffè nei posti in cui ti senti quasi a casa, che caffè più buono non lo fanno da nessuna parte e che "No, quei fiori lì non mi piacciono!"
Le compagne del liceo, che alcune persone se non le vedi per anni restano comunque nel cuore.
I muffin al cioccolato ripieni che metti 1000 kcal in assoluta e sconsiderata felicità.
I weekend improvvisati.
L'aeroporto e l'aria che si respira lì dentro. Quando sei al confine tra il partire e il tornare. Pieno di aspettative. Senza tempo.
Un rossetto nuovo che odora di buono.
Il negozio vintage scoperto per caso, che ci passi due ore dentro ad ammirare oggetti che non ti serviranno mai. Ma li vuoi, punto!
Le felpe calde, che in nome del buon gusto avevo ripudiato dall'armadio. Ma ora, sono loro così grata!
I telefilm che mettono di buon umore. E la certezza che nel mondo esistano persone un po' simili a me.

 Novembre sìì pieno di queste cose, ed io sarò felice!

                         
              

 

                       


                                                             {Trumblr - we heart it }

                                                                            V.
                                                                   



10 commenti:

  1. Come si fa a non amare questo periodo??
    Ps: io le castagne le ho mangiate ieri :)
    xoxo
    G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Giulia! Io non le ancora mangiate..non vedo l'ora di mangiarle!! *_*
      xxx
      V.

      Elimina
  2. Ho sempre adorato il tuo modo di scrivere, di pensare, di mettere giú i pensieri piú nascosti..e mi ci sn sempre rispecchiata un pó! Hai del talento da vendere vale! Ti voglio bene! Jessica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amore! E' un onore per me sapere che ti piace quello che scrivo! <3
      Ti voglio bene anch'io! <3 <3 <3

      Elimina
  3. Amo il modo in cui scrivi e soprattutto nel modo in cui mi rispecchio in ogni cosa.
    Che questo novembre sia pieno di cose belle - e buone - come i muffin da 1000 kcal!

    Baci
    Juliette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcezza! Succede lo stesso a me quando leggo i tuoi post!
      Un novembre pieno di cose buone anche a te! :)
      baci
      V.

      Elimina
  4. E puntualmente aspettare circa 10 minuti e dire " eccolo, Massimo é arrivato , scendi tuuu" ...ti amo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che principe quel Massimo! Mi manchi! <3

      Elimina

Thank You for visiting and comments! <3