lunedì 2 dicembre 2013

Le consapevolezze.A dicembre.

Dicembre. La domenica dell'anno.
La città prende forme diverse, le luci rendono magica anche la più anonima delle strade, i mercatini di natale, e una pista di pattinaggio proprio al centro della piazza a coronare il sogno di ogni bambino. Anche di qualcuno un po' più cresciuto. Tipo me.
Un cardigan enorme in cui avvolgerti, un po' hippy, un po' etno, un po' fatto per me.
Un paio di compleanni e una dozzina di torte farcite con litigi e porte chiuse in faccia. Una valigia enorme, nuova, ultraleggera che non ha ancora destinazione. Un paio di jeans nuovi di zecca di una taglia improbabile che sembrano disegnati addosso, e ti senti bella, anche se ultimamente non sei stata guardata abbastanza. Una catenina con su scritto L.O.V.E per non perdere di vista le cose importanti. Perché lo senti dentro, sotto la pelle, lo senti scorrere nelle vene questo amore. E un po' ti consuma, un po' ti rende imbattibile.

Dicembre. E una montagna di consapevolezze. Guardarsi allo specchio e vedere una nuova sé. Crollato il muro, abbassata la barriera, aperti gli occhi... ti senti Donna.
Le amiche di sempre intorno e una sorella maggiore saggia. I caffè bruciati e le torte nel forno, le serate a ballare nel locale di sempre. O in casa. "Prestami il rossetto che stasera è quella buona". Le notti al telefono, con la pioggia che batte sui vetri e la coperta che ti copre le spalle. Datemi una sigaretta anche se non fumo. E un thé caldo. E un abbraccio.

Le colazioni saltate, e le mattinate in biblioteca, la faccia di un cadavere e i panini di corsa prima dell'allenamento. I regali tra amiche per il prossimo, imminente viaggio. Le cene abbondanti che "no, non mi va proprio di mangiare."
 Novembre sei stato orribile ma illuminante. Ora sogno solo la neve. Bianca. Candida. Pura, e un paio di guanti morbidi che mi tengano calde le mani. E non solo.

               
                        
             
                   


                                                                           V.



11 commenti:

  1. Le tue parole e le foto mi sono piaciute moltissimo :)
    Questo post è davvero rilassante e condivido tutto ciò che hai detto :)
    Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! :)
      Torna a trovarmi!
      xxx
      V.

      Elimina
  2. Amo leggere i tuoi post Valeria, le tue parole mi fanno proprio "vedere" un po' della tua vita!
    Fabiola

    wildflower girl
    Facebook page

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto sempre il tuo commento...grazie,per me è un piacere sapere che ti piaccia ciò che scrivo!:)
      V.

      Elimina
  3. mi piace molto come scrivi! belle le immagini!
    Alessandra
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  4. E' bello e confortante sapere che esistono persone come te che apprezzano tutto ciò che gli altri rifiutano:un thè caldo,un abbraccio e la neve. Sai cogliere ogni istante....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci provo..anche se a volte è è facile perdersi nella quotidianità...e perdere di vista le piccole cose...
      Grazie.
      V.

      Elimina
  5. Quanto hai ragione! Post bellissimo,come sempre!

    http://isognidiemmabovary.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. quanto ti capisco!! Condivido le tue idee sul post troppo!!

    http://laragazzapiusofisticata.blogspot.it/2013/12/on-my-way-to-paradise.html

    RispondiElimina

Thank You for visiting and comments! <3