giovedì 6 febbraio 2014

Streamofconsciousness #Parte2

Ancora.
Non penso ad altro.
Di più. Perché di più è meglio.
La repulsione.La voglia.La pazzia.
Non riesco a trovare le parole.
Il presente.Il passato. Una gomma per cancellare.O una bacchetta magica.O una bottiglia di vino.
Musica jazz. Un due tre giro.Un sorriso che apre le porte a un mondo.
Che aspetto?
Si è stanchi abbastanza? Quando?
Silenzio.Ma non troppo. Parla piano, così mi avvicino.
Ma non andare oltre.Che poi piango.
Gira il mappamondo e punta il dito a caso. E prendimi per mano.
E spegni il cervello. E il cellulare. E la luce.
Che male c'è?
Appoggia la testa sul mio petto e ricominciamo da capo. Da un giorno a caso. Da un'ora a caso. Da un posto a caso.
Non più parole da interpretare.Solo occhi. Che ti ci perdi. E ritrovarsi.
Mica è peccato?
Ma poi cos'è il peccato?
Vorrei. O no. Chissà.
Un profumo.Che si tocca quasi.
Confondi i sensi.E le idee.
Lasciarsi andare. Verso quale direzione?
A quale sensazione?
Prova a chiedere quello che vuoi. O a prendere.
Ancora.
Non so altro.






4 commenti:

  1. Oltre, si piange sempre.

    Dana

    http://danaandtheworld.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dana... una di noi! ;)
      <3
      Grazie per la visita!
      V.

      Elimina
  2. Pensieri. Poesia. Meraviglioso!

    Love, Serena - TheChicWay

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona! <3
      Grazie per essere passata!
      V.

      Elimina

Thank You for visiting and comments! <3