lunedì 4 novembre 2013

Amiamo, così.

Non so come spiegarlo.
Questa riluttanza che si mischia al desiderio. E' frustrante, come quando allunghi la mano per rubare una patatina fritta, quelle tagliate a mano, con cura, spicchi perfetti e dorati, e mentre stai per afferrarne una la tua coscienza tira via la mano prima che la mente e gli occhi se ne accorgano. Così.

Gli uomini sono così. Ti portano all'esasperazione. Che le lotte coi cuscini diventano vere e proprie risse. Che "cazzo se mi hai fatto male!!" ma come biasimarlo, gli hai sfregiato la schiena con le unghie! E le litigate sotto casa che vorresti sbattere la testa nel cruscotto per non ripetere sempre le stesse cose, e non sai se scendere dalla macchina o restare lì fino a quando non farete pace. E finisce sempre che lui va via rumorosamente per farti sentire forte il fischio delle ruote mentre tu affannosamente stai ancora mettendo insieme i pezzi.
E il passato che torna sempre in un modo o nell'altro. Che a furia di rinfacciarsi le cose si finisce per dimenticare il punto di partenza. Sono così ottusi questi uomini. Così pieni di sé. Come se fosse facile per noi essere donne, amiche, amanti, fidanzate, psicologhe e allo stesso tempo accettare il loro maschilismo da quattro soldi, i discorsi sullo sport e sulle auto, i commenti su altre donne, la musica rap in macchina, i calzini bianchi, il disordine, il fatto che dormono in diagonale lasciandoti poca scelta tra il bordo del letto e il tappeto. E le madri !! Anche la più buona, materna, gentile "suocera" difenderà sempre il figlio maschio, anche quando non sarà chiamata in causa. Mamme chiocce che nascondono il fucile nel grembiule da cucina. Occhi aperti ragazze!!!

Io non ho idea di chi sia stato il genio che abbia inventato questa cosa che gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere, ma dovrebbero dargli un nobel. Un riconoscimento. Qualcosa insomma.
Che poi diciamocelo, noi ci cimentiamo nella psicologia maschile come se non ci fosse un domani "magari è stanco","è solo un periodo", "l'ha fatto per farmi ingelosire" ma la verità che probabilmente noi donne  non ammetteremo mai, nonostante le interminabili ore ad analizzare sempre le stesse cose con le amiche al telefono, o davanti a un caffè, o sul lettino dell'estetista, è che la cosa più semplice che c'è da sapere sugli uomini è che quello che fanno e quello che dicono è esattamente quello che volevano fare e dire. Senza complicazioni e mezzi termini.
Quelle dei giri di parole, dei no al posto dei si, dei "fai come vuoi" al posto di "ti spezzo le gambe" dei "non so, forse, magari" siamo noi. Che non siamo poi così semplici da gestire.

E forse è questo il segreto. Accettare le diversità con filosofia. Prendere le camicie a mezza manica e farle a pezzettini di nascosto o scambiare a posta i calzini bianchi mentre si fa il bucato. Controllare di nascosto la posta elettronica anche se significa scoprire che ha prenotato un volo per farti una sorpresa. Continuare a spendere migliaia di euro da Intimissimi, perché prima o poi noterà quel completino nuovo.
Perché diciamocelo, tutti i baci della buonanotte sotto il palazzo, quando aspetta che chiudi tutti i 20 cancelli per entrare in casa prima di andare via, e tutte le sorprese e le volte che te lo trovi in casa all'improvviso anche quando sembri la Littizzetto appena sveglia, valgono tutte le energie che sprechiamo a stargli dietro quando hanno cambiamenti d'umore tipici di noi donne in fase premestruale.
In fondo, non siamo tanto diversi.



                       
                         


                                                                                V.

14 commenti:

  1. Mia cara Valeria come darti torto...il susseguirsi di emozioni contrastanti, gli alti e basse, le litigate e il relativo rappacificamento fanno parte della vita, dell'amore, della convivenza..niente è rose e fiori, ma sarebbe anche troppo monotono, non trovi??
    Un bacio
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente d'accordo con te zia Consu! :)
      un abbraccio
      V.

      Elimina
  2. Forse hanno ragione quelli che dicono "non provare a cambiare la persona che ami"... un po' perché bisognerebbe tentare di accettarne anche i difetti, un po' perché raramente ci si riesce!
    Fabiola

    wildflower girl
    Facebook page

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Tentare di cambiare qualcuno è un'impresa impossibile oltre che inutile..ma almeno alcune abitudini possono essere smorzate per stare bene insieme! :)
      V.

      Elimina
  3. Intanto complimenti perchè scrivi benissimo e poi hai toccato un argomento che condivido in pieno!!
    Kiss

    Tati loves pearls

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sei gentilissima! :)
      xxx
      V.

      Elimina
  4. È decisamente questo il segreto... accettare la diversità con filosofia!!!!!
    Grande Valeria, adoro come scrivi!!!!!!
    Kissssss

    RispondiElimina
  5. Amo ciò che hai scritto, e condivido.
    Accettare con filosofia la diversità è la cosa migliore anche se in tutto questo c'è un qualcosa che rende gli uomini così misteriosi, pazzi e un po' tutti uguale, e questo mi piace. Mi piace scoprire le diversità di una persona, le abitudini, le qualità e i peggiori difetti.

    Bel post :)
    Juliette

    RispondiElimina
  6. adoro come hai scritto questo concetto! brava!Giulia
    www.thefashionmamas.com

    RispondiElimina
  7. I tuoi post mi ispirano sempre molto: hai il dono di esprimere a parole quello che a volte non risulta molto facile. Complimenti, davvero...

    Love, Serena - TheChicWay
    http://thechicway.blogspot.it

    RispondiElimina
  8. Stupende queste foto!
    Hai espresso un bel pensiero.. dimostrazione che il tuo blog non si ferma ad essere il solito e stravisto fashion blog.
    http://delafinesse.blogspot.com/2013/11/must-mantella.html

    RispondiElimina

Thank You for visiting and comments! <3