lunedì 3 febbraio 2014

Streamofconsciousness

Io non lo so se questo è un segno divino, che tutta questa gente che mi circonda oscilla tra la follia e il paradosso. E non so se è il caso di dissociarmi da questa ondata di pazzi.
Forse qualcuno lassù cerca di indirizzarmi..ad aprire un centro di recupero, o a diventare una persona paziente, che quando hanno distribuito la pazienza io ero sicuramente impegnata a prendere a calci il distributore delle merendine che si imballa ogni volta che muoio di fame. 22 anni e una vita in analisi!
Ma non quella che credete voi, troppo facile pagare un medico per raccontargli tutte le cose assurde che mi accadono.. Analisi, intese come ore ed ore, ed ore a rimuginare..che se mi pagassero per farlo, sarei sicuramente miliardaria, che "Ciaociao Paris, compro te e tuo padre e tutti gli Hilton del mondo!"
E provo quasi invidia, o pena, non so definirlo questo sentimento profondo che nutro per quelle oche senza cervello che il massimo che riescono a fare è pensare al come "fare la troia con il mio uomo (vero o presunto)o con l'uomo di qualcun altra ma non ha importanza perché se ti incontro-e ti incontrerò prima o poi- ti spacco la faccia".
In questo stream of consciousness  di un lunedì mattina, che muoio di fame e non metto un grammo e tutti continuano a ripetermi quanto io sia magra cosa per cui avrei pagato tempo fa mentre ora non trovo le differenze tra me e un manico di scopa, riflettevo sul senso della vita, inteso come scelta tra quello che si è e quello che si vuole essere.
Io sono così, e vorrei essere diversa. Vorrei avere le tette più grandi per esempio, ma appena appena più grandi, e vorrei farmi piacere il rosa, perché questo fatto di detestarlo mi ha fatta sentire sempre donna per metà!!! E poi questa serietà che metto nelle cose, questa fedeltà alle persone manco fossi un cane, che poi tutti, e dico tutti, a partire dal fratello, al fidanzato, all'amica del cuore al barista affezionato al parrucchiere mani di forbici, non ci pensano su due a volte a mettertelo a quel servizio.Che dici "giusto una spuntatina" e loro pensano di  star potando una siepe!!! Che vai a pulire le sopracciglia dai peli superflui, e torni a casa come un trans di Borgata. Ma nulla di grave...
Insomma, più easy, più soft che qui si muore!

4 commenti:

  1. Ogni tanto mi chiedo come sarebbe una vita senza ansie,senza preoccupazioni e senza pensieri.. una vita da pubblicità della "Mulino Bianco" o della "Lines" e la mia risposta è sempre stata "chevvitadimmerda". Gli "streamofconsciousness" servono e quelli che non pensano sono noiosi :)
    http://unamacedoniadiparole.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione!! Ma a volte sarebbe bello spegnere il cervello!! :)
      Grazie per la tua visita! Torna a trovarmi!!
      xxx
      V.

      Elimina
  2. Ogni volta che leggo i tuoi posts,ritrovo me stessa e non mi fai sentire sola in questo mondo di schemi e posizioni tutti uguali..Non amo il rosa e mi fido delle persone come se non avessi occhi, ma mi piaccio,sono me stessa e non mi cambierei con nessun'altra ;)
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si è mai soli..perché da qualche parte nel mondo esiste qualcuno simile a noi! scommetto che sei una persona adorabile, e fai bene a volerti bene! :)
      V.

      Elimina

Thank You for visiting and comments! <3